Studio Architettura Firenze Architetto Ilenia Girolami Firenze
progetti Proposte per ICLAB
 
Proposte per ICLAB

IDEA DI BASE E CRITERI PRIVILEGIATI

Il progetto è stato ispirato dai principi fondanti il centro ICLAB, ossia flessibilità, dinamismo, e creatività. Seguendo questa fonte di ispirazione il progetto mira a creare un lucernario/copertura vetrata che rappresenti un segno verso l’esterno di quello che viene svolto all’interno del centro multiculturale. Il Lucernario/copertura vetrata proposto, si snoda dall’esterno verso l’interno, plasmando la propria forma da una più semplice verso una più complessa. In questo senso il significato più profondo della struttura proposta mira ad indicare come la cultura e gli scambi culturali tra popoli diversi possano trasformare ogni uomo in un uomo con maggior dinamismo.

Il progetto, nel suo insieme mira a risolvere le problematiche indicate nel bando di concorso in chiave unitaria, fondendo in sé il tema della luminosità, della modernità e della praticità e portando con sé una fonte di green-spirit che dall’interno si spinge verso l’esterno. La nuova pensilina diventa in questo caso il punto di unione dei due accessi alla struttura, che andremo a spiegare in seguito.

Analizzando la situazione attuale, la presenza di una unica scala in una posizione così defilata e nascosta rispetto all’ascensore, sembra non risolvere pienamente quelle che sono le esigenze della struttura in caso di maggiori affluenze di persone. Pur non essendo oggetto specifico del bando, il progetto proposto tenta lo stesso di trovare una soluzione  per risolvere tale contraddizione, individuando nella creazione di una doppia rampa di scale la scelta migliore per l’uso polivalente che viene fatto degli spazi. La nuova rampa di scale, che si affaccia verso l’hotel, diventerebbe l’ingresso principale non meccanizzato, in caso di utilizzo univoco degli spazi, mentre potrebbe diventare un ingresso separato per un diverso utilizzo della Sala degli incontri rispetto agli Spazi Espositivi. La collocazione più corretta sembra proprio quella centrale, vicino alla porta che va verso l’ascensore, in prossimità della pensilina, che indica  l’ICLAB. Attraverso la creazione di una zona servizi igienici dietro la parete verde, si potrebbero completamente svincolare i due macro-spazi.

La seconda rampa di scale, quella più lontana può avere una doppia funzione, sia di separazione di dell’ingresso dall’uscita in caso di grossi afflussi, che di via di fuga. Questa rampa di scale, situata nella parte più lontana rispetto alla pensilina di ingresso, ci pare meno idonea come accesso, in quanto troppo decentrata e nascosta rispetto alla struttura.

ANALISI DEL PROGETTO

Andando ad analizzare nello specifico Il progetto proposto, questo prevede quindi di demolire il muretto in C.A. esistente, e di creare un lucernario/copertura vetrata, che sarà costituito attraverso elementi modulari ripetuti che con la loro forma complessiva indicano la presenza di un ambiente sotterraneo. La plasticità della struttura la spinge verso l’ingresso dell’albergo, snodandosi su se stessa. Gli elementi sono stati pensati in acciaio verniciato/satinato al fine di creare un gioco di riflessi tenui sia di giorno che di notte, attraverso i cambiamenti della luce e della cromia. Nei render notturni è stata ipotizzata soltanto la luce bianca, ma attraverso l’utilizzo di luci/led RGB, la struttura potrebbe anche cambiare colore in relazione a degli eventi specifici. La struttura progettata ha un’altezza minima centrale di 80 cm per un’altezza massima di 2,30 in corrispondenza dell’ingresso principale.

La nuova pensilina proposta si attesta sull’edificio esistente e crea finalmente un punto chiaramente individuabile univocamente del centro culturale. La struttura pensata è molto semplice e curva. I colori scelti sono quelli del bianco e del nero, che ben si sposano sia con l’edificio esistente pur essendo diversi e riconoscibili. Il logo sarebbe retroilluminato e anche qui vale il concetto espresso in precedenza per le luci RGB del lucernario, che potrebbero modificare il colore della luce in notturna in relazione agli eventi.

La struttura esterna si fonde con gli interni attraverso il green-wall, elemento caratterizzante sia l’esterno che l’interno, e che unisce simbolicamente i temi della luce e della creatività, con quelli della sostenibilità, un tema ad oggi fondamentale per il futuro.

La parete è visibile dalla Sala degli Incontri  attraverso le grandi aperture che si affacciano verso il corridoio. Si è scelto di creare una parete simmetrica dal centro verso l’esterno, che indicasse il senso della doppia rampa (ingresso-uscita di emergenza) e che permettesse il massimo ingresso di luce verso l’interno. La parete si trasforma poi sulle scale attraverso una integrazione delle scale stesse. Si è scelto il giusto compromesso tra la schermatura delle scale e la loro percezione dall’interno, con la parete stessa che indicasse la presenza delle scale senza che queste fossero troppo invasive per le funzioni dei locali.

Si è scelto di puntare sulla semplicità dei materiali, lasciando le pareti in cemento e scegliendo una resina cementizia/massetto in calcestruzzo, che lasci prevalere i giochi di luce ed il verde della parete green.

Nel complesso il progetto si propone di risolvere le richieste del bando di concorso in maniera univoca, scegliendo un linguaggio unitario, semplice e contemporaneo.  Il progetto si pone quindi l’obbiettivo di dare una risposta alle problematiche presenti nella struttura e cercando di allo stesso tempo di risolverle  con la creazione di un progetto unitario, che risponda il più possibile a quelle individuate.

Proposte per ICLAB Proposte per ICLAB Proposte per ICLAB Proposte per ICLAB Proposte per ICLAB Proposte per ICLAB Proposte per ICLAB Proposte per ICLAB Proposte per ICLAB Proposte per ICLAB Proposte per ICLAB Proposte per ICLAB Proposte per ICLAB Proposte per ICLAB Proposte per ICLAB Proposte per ICLAB Proposte per ICLAB Proposte per ICLAB
Dati intervento

Concorso internazionale - Risultato: 1° CLASSIFICATO

Firenze

2015

ICLAB - Intercultural Creativity Laboratory

Concorso di progettazione per ICLAB - International Cultural Laboratory